Ascensione

Ludovico Brea
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale della Liguria
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNL
Inventario
73/2010
Materia e tecnica
Tempera, olio e foglia oro su tavola di pioppo
Autore
Ludovico Brea (documentato a Nizza e in Liguria dal 1475 - 1523)
Datazione
1483
Provenienza
Chiesa di Nostra Signora della Consolazione, Genova

Descrizione breve

La pala fu commissionata per la chiesa genovese di Nostra Signora della Consolazione dal notaio Pietro di Fazio nel 1483, come documentò Raffaele Soprani nelle Vite dei pittori, scultori e architetti genovesi pubblicate nel 1674. L’erudito annotò, infatti, nella biografia dedicata a Ludovico Brea la presenza nella composizione di un’iscrizione attestante il nome dell’autore, l’identità del committente e la data di esecuzione dell’opera (17 agosto 1483).

La tavola rimase fino al 1681 nella chiesa della Consolazione presso le pendici dello Zerbino per essere poi spostata nel complesso agostiniano di San Vincenzo, edificato nel 1684. Il dipinto fu in seguito acquistato dai Negrotto Cambiaso ed esposto nel loro palazzo genovese (Palazzo Belimbau). Fu presentato presso l’Accademia Ligustica in occasione dell’Esposizione Artistico Archeologico Industriale del 1869. Dopo alcuni passaggi ereditari, il dipinto è entrato a far parte delle collezioni della Galleria Nazionale della Liguria nel 2010.

Nella parte superiore dell’opera, impreziosita dalla foglia d’oro, si osserva l’ascensione di Cristo, attorniato da cherubini disposti a formare la mistica mandorla e affiancato da due angeli che reggono lunghi cartigli. Nella sezione inferiore, invece, sono presenti gli apostoli ela Verginestagliati su un paesaggio verdeggiante e raffigurati con una precisa attenzione ai dati fisiognomici, quasi si trattasse di veri e propri ritratti.