Festa dei Musei

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola

sabato 2 luglio 2016 - eventi

Festa dei Musei

 Sabato 2 luglio 2016

 

9.30-12.30 - IL PATRIMONIO PER I BAMBINI

Costruisci il tuo salotto

 

Ad ogni bambino accompagnato che visiteràla Galleriasaranno offerti fogli prefigurati da colorare, ritagliare e comporre in modo da creare il modello dei più significativi mobili della dimora di Ansaldo Pallavicino,  proprietario del palazzo dal 1650, il cui ritratto da bambino opera di Anton van Dyck si conserva al primo piano nobile tuttora arredato con i mobili della sua epoca. I bambini che arriveranno dotati di colori, forbici e colla, potranno colorare nelle sale e poi lavorare a costruire i mobili nella sala didattica messa a loro disposizione. Alla fine ciascuno avrà il modello in 3D della propria interpretazione del seicentesco salotto di Ansaldo.

 

14.30-18.00 - LARGO ALL’ESPERTO

Musica, e non solo, nell’Archivio di Palazzo Spinola

 

I visitatori della Galleria saranno guidati da Matteo Moretti, autore di ricerche e ordinamenti dell’archivio del palazzo, alla scoperta dei documenti più significativi per la ricostruzione della storia dell’edificio e dei suoi proprietari eccezionalmente per questa occasione estratti dagli scaffali ed esposti per il pubblico. In particolare saranno mostrati gli spartiti musicali che si conservano nell’archivio e che è stato possibile rileggere, date le cattive condizioni di conservazione, con l’aiuto della luce di Wood come sarà dimostrato al pubblico.

 

18.30 - LO SPETTACOLO DELLA CULTURA

Uno spartito inedito per un concerto

 

Concerto dedicato al compositore ligure Luigi Cerro (1740 circa – post 1815) eseguito dall’ensemble “L’Arcadia Ligustica” (Davide Mingozzi, pianoforte; Giovanni Repetto, violino; Francesco Candia, viola; Francesca Raspaolo, violoncello; Francesca Torre, soprano) nel magnifico contesto del secondo piano nobile del Palazzo. Lo spartito musicale manoscritto che verrà eseguito, inedito, è conservato tra le carte dell’Archivio Storico di Palazzo Spinola ed è stato integralmente trascritto da Davide Mingozzi, pianista dell’ensemble, che ha così recuperato un documento importante della storia della musica in Liguria. Il manoscritto si presenta infatti oggi gravemente danneggiato da antiche macchie di umidità, tanto che per la trascrizione lo studioso ha dovuto utilizzarela Lampada di Wood, la quale ha permesso di leggere le parti dello spartito intaccate da muffe il cui inchiostro non è più visibile a occhio nudo. Grazie a questo fondamentale recupero, nelle sale di Palazzo Spinola riecheggeranno, a distanza di secoli, le stesse musiche che i nobili proprietari della dimora ascoltavano un tempo.

 

19.30-22.30 – APERTURA STRAORDINARIA

Apertura prolungata dalle 19.30 alle 22.30

con ingresso a € 1.00

Chiusura della cassa con ultimo accesso ore 22.00