Rolli Days a Palazzo Spinola

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, Genova

11, 12 e 13 ottobre 2019 - evento

ROLLI OTTOBRE 2019 ORARI

Orario di apertura della Galleria

venerdì 11 ottobre: 8.30 - 22.30

sabato 12 ottobre: 8.30 - 22.30 | ingresso gratuito

domenica 13 ottobre: 9.30 - 19.30 | ingresso gratuito


Programma 11 | 12 | 13 ottobre

Venerdì 11 ottobre ore 15.00 |16.30 | 18.00

"Sua signoria sarà servita”

Una visita guidata animata dall’irrompere delle figure della servitù di casa Spinola Durante la visita guidata da Matteo Moretti alla scoperta della vita quotidiana del palazzo di Pellicceria, compreso nell’elenco nei Rolli, grazie ai documenti conservati nell’Archivio Storico del Palazzo, potranno riavere voce le diverse figure della servitù che vivevano nel palazzo, ma la cui vita quotidiana rimane solitamente in ombra rispetto a quella sotto i riflettori dei proprietari. Le regole del contratto dello sguattero o del maggiordomo o le liste della spesa del cuoco, i conti per le loro livree, i salari e le mance pagate saranno i documenti che faranno da canovaccio alle chiacchere e ai commenti della servitù dalla quale il pubblico sarà accompagnato attraverso le sale del palazzo, dall’atrio alla cucina alla sala da pranzo approfittando di una immaginaria assenza dei nobili proprietari. Il giovane domestico Paolino, la sguattera Annettina, la cameriera personale Carolina e tutti gli altri, saranno interpretati dai ragazzi dell'Istituto Superiore per il Turismo "E. Firpo - M. Buonarroti" di Genova, nell'ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento, che vestiranno (letteralmente) i panni dei domestici di casa Spinola. I sontuosi salotti e le cucine del palazzo prenderanno così vita dalle loro presenze in costume, e dai loro vivaci dialoghi in una animata rievocazione basata sui documenti Partecipazione compresa nel biglietto di accesso alla Galleria. Prenotazione obbligatoria al numero 010.2705300


Venerdì 11 ottobre dalle ore 20.30 alle ore 22.00

La Galleria degli Specchi a lume di candela

Eccezionale accensione delle candele per una visita straordinaria

Ritorna l’annuale appuntamento con la magica illuminazione a lume di candele della galleria degli specchi a Palazzo Spinola di Pellicceria. Venerdì 11 ottobre 2019 dalle 20.30 alle 22 saranno eccezionalmente accese le candele della Galleria degli Specchi offrendo al pubblico una rara occasione di vivere l’emozione della visita di questo storico ambiente con l’atmosfera e l’illuminazione originaria. Oscurata ogni altra forma di illuminazione, il pubblico potrà infatti godere del ricercato effetto della luce delle candele su specchi, ori e stucchi, meglio comprendendo come questi elementi assolvano alla funzione di riflessione e moltiplicazione delle fonte luminosa. Il risultato sorprendente è la galleria illuminata in modo uniforme, ma vibrante che permette di godere pienamente degli affreschi settecenteschi di Lorenzo De Ferrari che qui ha realizzato uno dei suoi capolavori concependo il complesso dei decori dell’ambiente.. L’accesso alla galleria avverrà per piccoli gruppi successivi per permettere di godere dello spazio senza sovraffollamento e di percepire a pieno l’atmosfera e la particolare illuminazione degli stucchi dorati. Partecipazione compresa nel biglietto di ingresso al Palazzo.


Sabato 12 e domenica 13 ottobre

orario d’apertura: Sabato 8.30 | 22.30; domenica 9.30 | 19.30

Rolli Days | giornate a ingresso gratuito

Il robot Elf a Palazzo Spinola!

Sabato 12 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 17.00

In occasione dei Rolli Days e in concomitanza con La Notte Bianca dei Bambini organizzata nel Sestiere della Maddalena, MadLab 2.0 presenta a Palazzo Spinola di Pellicceria il robot Sanbot Elf, umanoide già testato in altre occasioni quale innovativo elemento di connessione tra il pubblico e l’accesso al patrimonio. Sarà lui ad attendere i visitatori all'ingresso della Galleria e accoglierli raccontandoe, anche attraverso fotografie e proiezioni, sia l'iniziativa dei Rolli Days che la storia della dimora di Pellicceria. Il pubblico potrà interagire con lui, testando in prima persona le potenzialità dell'incontro tra arte e tecnologia grazie all'ormai consolidata collaborazione tra i musei nazionali genovesi e MadLab 2.0, già dimostrata da progetti di successo come Touch - Arte da Toccare, Open Vicoli e Pepper al Museo.

A caccia di Cristoforo Colombo

sabato 12 ottobre dalle 15.30 e domenica 13 ottobre dalle 9.30 alle 13.30

Per partecipare alla Notte Bianca dei Bambini organizzata nel Sestiere della Maddalena e MadLab 2.0 unendosi al tema scelto dagli organizzatori per la giornata, ricorrenza della scoperta dell’America, la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola propone per bambini tra i 6 e i 12 anni l’attività “A caccia di Cristoforo Colombo”. I partecipanti, forniti all’ingresso di alcuni indizi, dovranno andare alla ricerca nelle sale del museo di alcune opere grazie alle quali effettueranno un percorso che li condurrà ad individuare una preziosa e antica opera d’arte legata proprio alla figura di Cristoforo Colombo e grazie alla quale scopriranno episodi legati ai suoi viaggi.


Mostre in corso

Cornelis de Wael, Alessandro Magnasco, Maestro di Resina. Due acquisizioni e un restauro per la Galleria Nazionale della Liguria

a cura di Gianluca Zanelli

La mostra è dedicata a due importanti, recenti acquisizioni destinate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali alla Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola: si tratta della tela di Cornelis de Wael (Anversa, 1592 - Roma, 1667) raffigurante Dare da mangiare agli affamati e del Martirio di sant’Erasmo di Alessandro Magnasco (Genova, 1667-1749), eseguito in collaborazione con il “ruinista” Clemente Spera. I due nuovi dipinti consentono di documentare, all’interno del percorso di visita del museo, sia l’importante attività nel centro portuale del maestro anversano, sia la straordinaria esperienza figurativa del Magnasco. Tali incrementi danno pertanto voce ad artisti che, non rappresentati nella quadreria storica della dimora di Pellicceria donata nel 1958 dai marchesi Franco e Paolo Spinola, hanno ricoperto un ruolo da protagonisti nell’ambito del panorama figurativo genovese, e non solo, del XVII e XVIII secolo. Ai due dipinti sarà accostata la tela de la Lavanda dei piedi attribuita al Maestro di Resina, prima acquisizione destinata nel 1958 alla nuova Galleria Nazionale della Liguria. Il pittore, autore della pala con la Fuga in Egitto conservata nella chiesa di di Santa Maria della Consolazione di Ercolano (Resina sino al 1969), utilizza un linguaggio pittorico di matrice caravaggesca, evidente nell’impostazione della scena, nell’accurata resa gestuale, nel modulato ed efficace chiaroscuro, nella resa fisiognomica dei volti degli apostoli. L’intervento conservativo appena portato a termine permetterà di riscoprirne la bellezza, potendo apprezzare pienamente l’indiscutibile qualità esecutiva.

Ingresso gratuito in occasione dei Rolli Days


Franco Spinola e il mare

a cura di Farida Simonetti e Carola Morozzo della Rocca

Il recente, nuovo allestimento temporaneo della Sala Donatori al piano terra del palazzo – prima sala del percorso di visita della Galleria – è stato inaugurato lo scorso giugno, in occasione della ricorrenza del 60° anniversario della donazione allo Stato Italiano del palazzo di Pellicceria, grazie alla quale è nata nel 1959 la “Galleria Nazionale di Palazzo Spinola”. La circostanza è stata preziosa per poter celebrare la figura dei due donatori, i marchesi Paolo e Franco Spinola e in particolare la figura di Franco e il suo stretto rapporto con il mare. Il recente allestimento permette infatti di ripercorrerne la vita, dagli studi presso l’Accademia di Livorno alla sua intensa carriera in Marina, durante le due guerre mondiali, e come ufficiale d’ordinanza onorario del Duca di Genova, e conoscere l’ambiente sociale e il contesto della sua vita mondana alla corte sabauda. Pochissimi sono però gli oggetti personali rimasti per cui assumono un particolare rilievo le uniformi, le divise e gli elementi del guardaroba che gli appartennero e che sono conservate presso la Villa di San Michele di Pagana, donata dai fratelli Spinola al Sovrano Militare Ordine di Malta cui si deve la concessione del prestito. Questi abiti sono stati studiati da Camilla Ruffini, scenografa e costumista, cui si deve la loro presentazione nell’ambito del nuovo allestimento della Sala Donatori evocativo dell’armadio, rimasto fermo nel tempo, in cui sono state conservate. Grazie alla collaborazione con Carola Morozzo della Rocca e con il Dipartimento di Scienze per l’Architettura è stata però ricostruita la storia della più straordinaria testimonianza personale lasciata da Franco, la sua barca “La Spina”, ritrovata e sottoposta ad un restauro filologico esemplare per riflettere sulla metodologia di intervento per la conservazione delle barche d’epoca. Della “Spina” si presentano i disegni del progetto di costruzione dei Cantieri Costaguta del 1929 e quelli del progetto di restauro dello Studio Faggioni di La Spezia del 2006, oltre a un video e alcuni filmati dell’Istituto Luce e la sua elegante linea è evocata dal mezzoscafo concesso in prestito dallo Yacht Club Italiano. Di questo Club Franco fu figura di grande rilievo, così come il fratello Paolo, sulle orme del padre Ugo, coerentemente con la passione sportiva della famiglia.

Ingresso gratuito in occasione dei Rolli Days


N.B.: Accesso consentito mezz’ora prima dell’orario di chiusura indicato.