PRESENTAZIONE Un ritratto di Guilliam van Deynen alla Galleria Nazionale della Liguria

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola - MIBACT

mercoledì 27 settembre 2017 - presentazione

presentazione_van_deynen

mercoledì 27 settembre 2017 ore 17.00

Presentazione della nuova acquisizione

Interverranno:

Gianluca Zanelli, Direttore della Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola
Anna Orlando, Storico dell’arte


Presso la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola mercoledì 27 settembre alle ore 17.00 sarà presentata al pubblico la tela raffigurante il Ritratto di dama di Guilliam van Deynen (Anversa, 1575 - Bruxelles, post 1618).
L’incontro sarà introdotto da Gianluca Zanelli, Direttore della Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola, - sede destinataria del dipinto recentemente acquistato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - e da Anna Orlando, storica dell’arte, che ripercorreranno le vicende legate al ritratto e alla sua acquisizione nelle collezioni del museo statale.
Il dipinto è databile all’inizio del Seicento ed era verosimilmente conservato in una quadreria genovese. La tela rivela in particolare uno stretto rapporto con una delle rare testimonianze figurative attualmente note sicuramente collegabili al soggiorno del maestro fiammingo a Genova, ovvero il Ritratto di dama genovese firmato e datato 1610 (Genova, Musei di Strada Nuova, Palazzo Bianco).
Iscritto alla Gilda dei pittori di Anversa nel 1596, Guilliam van Deynen risulta documentato nel centro ligure nel 1602 e nel biennio 1606-1607, a capo di una propria bottega nella quale era attivo anche il fratello Antoon, possibile autore del lussuoso abito indossato dalla gentildonna.
Guglielmo Fiammingo - come risulta citato nei documenti genovesi - fu uno dei ritrattisti più ricercati dall’ambiente aristocratico cittadino nei primi due decenni del Seicento, soprattutto dopo la partenza di Pieter Paul Rubens e prima dell’arrivo di Antoon Van Dyck (1621). Egli risulta infatti aver lavorato per famiglie come i Doria e i Brignole.
La dama ritratta, caratterizzata da una resa pittorica elegante e nobile, vigorosa e insieme delicata, si impone all’attenzione dell’osservatore per la maestosità e l’intensità tipica dei ritratti fiamminghi di gusto internazionale, come palesa anche l’abbigliamento curato in ogni minimo dettaglio.