Giornate Europee del Patrimonio

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola - MIBACT

23 - 24 Settembre 2017 - eventi

gep2017

Giornate Europee del Patrimonio

sabato 23 settembre 8.30-19.30

apertura straordinaria serale 19.30-22.30 con ingresso € 1.00

domenica 24 settembre 14.00-18.00

sabato 23 settembre ore 11.00

La Natura in un piatto

Laboratorio dedicato alle famiglie a partire da un oggetto quotidiano: il piatto. Un breve percorso per conoscere segreti dei banchetti, indovinare l’uso di alcuni oggetti dalla forma misteriosa, scoprire i ricchi motivi decorativi di antichi servizi da tavola.
Alla fine dell’incontro i bambini potranno decorare e portare a casa un proprio piatto ispirandosi alle ceramiche del museo.

sabato 23 settembre ore 16.00 e 18.00

La Natura dipinta. Le Quattro stagioni di Francesco Bassano

a cura di Gabriella Aramini e Manuela Serando

Due momenti dedicati alle Quattro stagioni realizzate da Francesco Bassano, dipinti acquistati Francesco Grimaldi - primo proprietario del palazzo - alla fine del XVI secolo e sempre conservati nella dimora di Pellicceria. Una visita con una speciale sequenza di immagini animate per scoprire le opere con l’occhio dello storico dell’arte, ma anche le vicende che raccontano, con la descrizione delle attività dell’uomo legate al tema delle stagioni.

sabato 23 settembre ore 21.00 - ingresso 1 €

“Fiori del fuoco”. La decorazione nelle ceramiche della
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola

a cura di Hilda Ricaldone

Il percorso di visita si sviluppa a partire dal primo piano, dove sono conservate alcune porcellane cinesi del Seicento, raffinati manufatti destinati al collezionismo della nobiltà europea. All’epoca la porcellana era considerata un materiale particolarmente prezioso, poiché il segreto della sua lavorazione restò sconosciuto al di fuori dell’Oriente fino a inizio Settecento. La visita continua al secondo piano nobile, con l’illustrazione delle monumentali garniture de cheminée del salone, tipologia unicamente destinata all’esportazione verso i paesi europei. Accanto a porcellane cinesi, in questi ambienti sono esposti inoltre vasi di manifattura giapponese risalenti ai secoli XVIII e XIX in cui vengono ripresi in modo sempre più schematico i classici motivi floreali orientali. Nella sezione dedicata alle ceramiche si potranno infine ammirare notevoli esempi di produzione europea, tra i quali spiccano le maioliche del savonese Giacomo Boselli (seconda metà XVIII secolo), sulle quali è riprodotto il fortunato motivo della cosiddetta “Rosa di Strasburgo” e gli straordinari servizi da tavola Dufour e Raggi, che presentano una raffinatissima serie di decori vegetali e animali.

domenica 24 settembre ore 14.30 e 16.30

Il ritratto tra Naturale e Divino.
Antonello da Messina, Joos van Cleve, Tintoretto
e Pieter Paul Rubens

a cura di Gabriella Aramini

Una visita alla scoperta di alcuni dei capolavori conservati al terzo piano della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, sede della Galleria Nazionale della Liguria, con particolare riferimento alle rappresentazioni straordinarie dei volti: dall’Ecce Homo di Antonello da Messina (XV sec.) - tra le prime versioni di questo soggetto dipinto dal celebre maestro - al Ritratto di Stefano Raggio dipinto ad Anversa da Joos van Cleve (XVI sec.).
La rappresentazione diventa celebrativa nei dipinti del secolo successivo: tra questi spiccano le immagini di Scipione Clusone accompagnato da un nano, realizzata dal Tintoretto, e di Gio. Carlo Doria a cavallo, il quale commissionò a Rubens un ritratto che diventerà modello per la pittura europea del Seicento.